Cascina Goregn
I Goregn
A pochi chilometri da Alba, sulla sinistra del Tanaro, nel cuore del Roero, sorge il paese di Castagnito.
Proprio qui nel centro storico si trova l'azienda vitivinicola a conduzione famigliare `Cascina Goregn` di Allerino Gaudenzio. Il nome Cascina Goregn, in particolare Goregn, non è casuale: in piemontese significa `essere dei duri`, dei forti. Questo nome è stato affibbiato al Nonno, classe 1898, così da allora siamo conosciuti come i Goregn. L`amore e l`attaccamento a questa terra e in particolare per la vite e i suoi frutti, si evidenzia attraverso un severo controllo del vigneto, dove si garantisce un`ottima base per grandi vini. Le vigne sono nelle migliori posizioni del paese, al sorì per selezionare le migliori uve.
La cantina è in fase di rinnovamento sia nelle tecnologie che nelle strutture; sarà un processo graduale per consentire di mantenere l'ottima qualità e tipicità dei prodotti ma contemporaneamente adeguare la nostra cantina ai prodotti tecnologici più moderni.
Barbera D`Alba DOC
Vino rosso dal colore rosso rubino intenso, con sfumature violacee. Profumo elegante con intense note fruttate, caratteristica la ciliegia Sapore fresco, ben bilanciato, caratteristica importante è l`acidità. Vino giovane, dopo la vinificazione viene conservato in vasche di acciaio. Si abbina bene con primi, carni rosse, brasate o alla griglia, formaggi, da servire a temperatura ambiente, tra i 18 e i 20 gradi. Vendemmiato a fine settembre, inizio ottobre.
Nebbiolo d`Alba Doc
Vino rosso dal colore russo rubino meno intenso del Barbera, con riflessi aranciati o granata. Profumo floreale, speziato, intenso. Sapore secco, tannico, con finale delicato e amarognolo, corpo importante e persistente. Dopo la vinificazione viene invecchiato per un anno e solo successivamente imbottigliato. Ideale con piatti di carne, selvaggina e formaggi stagionati, da servire a temperatura ambiente, tra i 18 e i 20 gradi. Per esaltare gusto e profumi aprire la bottiglia almeno un`ora prima di consumarlo. Vendemmiato tra metà e fine ottobre.
Roero Arneis DOCG
Vino bianco dal colore giallo paglierino, con riflessi dorati e verdognoli. Il profumo è caratteristico, principalmente di frutta, delicato pieno e intenso. Sapore fruttato, ricco, corposo ma anche erbaceo, sapido gradevolmente amarognolo, mediamente persistente. Si conserva bene fino a 2 anni ma solitamente si consuma giovane, nell`arco dell`annata. Vino da aperitivo, si abbina bene con piatti di pesce, antipasti di mare, ma anche verdure e formaggi e carni bianche, temperatura di servizio tra gli 8 e i 10 gradi.
Langhe Favorita Doc
Vino bianco dal colore giallo paglierino più chiaro dell`Arneis con riflessi verdognoli. Profumo delicato, fresco, fruttato. Sapore secco ed armonico, spicca la sensazione di freschezza, corpo leggermente inferiore rispetto all`Arneis ma pieno e deciso. Ottimo come aperitivo o anche fuori pasto, si abbina bene a piatti di verdure, pesce o formaggi freschi, temperatura di servizio tra gli 8 e i 10 gradi.
Alexsandro e Musxatel
Alexsandro è un vino spumante brut ottenuto da uve Pinot Nero con metodo martinotti dal colore giallo paglierino chiaro con riflessi verdognoli, perlage fine e continuo, spuma bianca e mediamente persistente, profumo complesso, fine e fruttato con sentori di frutta a polpa bianca. Sapore morbido e fresco riempie la bocca e ha una buona persistenza. Ottimo per aperitivi e brindisi, si abbina bene anche con fritture di pesce. Servire freddo.
Musxatel è un vino bianco ottenuto da uve moscato dal colore giallo paglierino con riflessi dorati, perlage fine e persistente. Profumo intenso di uva matura e frutta, leggere note agrumate. Sapore dolce, fruttato e morbido, intenso e persistente. Si abbina bene con dolci, pasticceria, frutta. Da consumare freddo.
Profumo di Viola
Vino rosso ottenuto da uve Brachetto 90% e Barbera 10%, dal colore rosso rubino di media intensità, brillante quasi tendente al rosato. Profumo eccezionale e molto delicato con il caratteristico sentore di fiori, quali la viola e la rosa su tutti. Sapore asciutto, leggermente tannico, gradevole ed equilibrato, retrogusto persistente e delicato. Perfetto in abbinamento con salumi e formaggi di bassa e media stagionatura e con primi e secondi a base di carne. Il suo profumo e la buona beva lo rendono apprezzabile anche con dolci come torte o frutta. Temperatura di servizio tra i 16 e i 18 gradi. Vendemmiato solitamente prima della Barbera, tra fine settembre e inizio ottobre.
La Cantina
Cascina Goregn coltiva i suoi preziosi vigneti nelle colline del Roero, tra la natura e i grandi prati verdi che circondano il paesaggio. Tutti i nostri vini nascono da un`agricoltura a lotta integrata che non prevede l`uso di diserbanti e concimi chimici. Durante la vinificazione vi è un minimo utilizzo di solfiti e non viene praticato alcun tipo di stabilizzazione chimica. I vini della Cascina Goregn, tutti legati alla Denominazione di Origine Controllata, sono il prodotto della tradizione nella vinificazione sia dei bianchi che dei rossi, si distinguono per gusti armonici e profumi delicati. Tutto questo è l`orgoglio di essere vignaioli da sempre. Cascina Goregn è assai nota per la produzione di vini di alta qualità quali: Barbera d`Alba DOC, Nebbiolo d`Alba DOC, Roero Arneis DOCG, Langhe Favorita DOC, Alexsandro, Musxatel e il particolare Profumo di Viola, un rosso.
Il Roero
Il vino, sulle colline del Roero, è innanzitutto un topos culturale ed orgoglio di un civiltà contadina che sul ciclo vegetativo della vite ha costruito il suo calendario agrario. Il saluzzese Agostino Della Chiesa, verso la metà del Seicento già definì le colline del Roero come la patria dei `migliori vini che si bevino in Piemonte`. Il Roero può vantare un`antica tradizione di vinificazione di vini bianchi, come l`Arneis e la Favorita, ma soprattutto di rossi, in primis il Nebbiolo e la Barbera, ma anche la Bonarda, il Dolcetto e il `Brachetto dal grappolo lungo`. Una peculiarità della zona, infatti, è quella di proporre una produzione vitivinicola in grado di accompagnare completamente qualsiasi menù. La vite è la pianta amica e, almeno fino a tutto l`Ottocento, la fonte pressoché unica di un`economia povera. È dalla vite che dipendono le speranze e gli umori contadini. Le fortune economiche sono, insomma, legate ad una pianta nobile e generosa, ma anche ad un frutto delicatissimo, che, per di più, ha un ciclo di maturazione che corrisponde alla stagione dei temporali e della tempesta. Di qui le angosce estive e la gioiosità autunnali delle colline del vino. Tant`è che nella cultura contadina il termine vendemmia va oltre il significato strettamente lessicale, per indicare la gioia e l`abbondanza del raccolto per antonomasia, la felicità piena.
Contattaci
Dichiaro di aver letto e di accettare i termini e le condizioni